Il mio weekend a Verona per Ligabue in Arena '13

by - settembre 24, 2013

Oggi post molto chiacchiericcio prima di tornare all'ordinarietà con review, haul, collaborazioni ed altro. In realtà avevo preparato dei post da pubblicare durante questi giorni di assenza, ma mi son dimenticata di dare l'ok e quindi son rimasti a prendere polvere tra le bozze.
Sono tornata ieri sera da un weekend "spostato" (perché è stato domenica-lunedì piuttosto che sabato-domenica) che farò sicuramente fatica a dimenticare. Domenica infatti son partita con il mio ragazzo e una mia amica alla volta di Verona per assistere al concerto più bello a cui sia mai stata: quello di Ligabue assieme a tutta l'orchestra dell'Arena. Non ero mai stata a Verona prima d'ora, pur essendo essa molto vicino alla mia città e devo ammettere che mi stavo perdendo proprio un gioiello! Mi è piaciuto un sacco vedere come riesca a creare una continuità tra la sua storia millenaria mantenendo intatti tutti i monumenti e la contemporaneità; l'ho trovata una città molto romantica, con uno spirito molto meno frenetico rispetto alle altre che si rifletteva nell'aria rilassata e tranquilla delle persone che passeggiavano per strada.
Sono stati due giorni meravigliosi, con la mia amica di sempre tra i negozi aspettando l'ora del concerto e con il mio ragazzo la mattina dopo (lei ha dormito a casa del suo ragazzo) in giro per le suggestive stradine veronesi.
E arriviamo al concerto: meraviglioso!
Certo, eravamo seduti in gradinata non numerata e nei posti lateralissimi, ma siamo riusciti comunque a goderci l'intero spettacolo e anche a scattare qualche foto decente (vedi su). Già al primo boato della gente che l'ha visto salire sul palco mi si è creato un nodo in gola e stavo per mettermi a piagnucolare come una directioner ;P Ammetto che avevo spiato la scaletta della prima serata e un po' mi aspettavo che canzoni avrebbe cantato, però poi in realtà ogni serata ne cambiava alcune. Quindi abbiamo ascoltato (e cantato, e ballato) i suoi più grandi classici, molte canzoni di Arrivederci, mostro! e la performance si è conclusa dopo due ore spaccate con il suo nuovo singolo Il sale della terra, tratto dall'album in uscita il 26/11. L'emozione più grande è sicuramente stata il cantare le canzoni di Ligabue assieme a lui e ad altre quindicimila persone, urlare, applaudire, sentire il proprio cuore andare a ritmo con la musica. Poi il Liga ha un rapporto col proprio pubblico che è molto di più rispetto a quello di qualsiasi altro artista: è come se conoscesse ogni singola persona davanti a lui, come se fossimo un'unica grandissima famiglia.
Concludo dicendo che Ligabue è sicuramente il miglior artista italiano su piazza, bravo a cantare dal vivo, a coinvolgere, a occupare il tempo nel momento in cui si presenta qualche problema tecnico.
Io lo amo.

P.S. Non sta decisamente meglio col nuovo taglio corto e brizzolato?

Eccoci qua tutti gasati prima del concerto :)
Io sono quella a destra

You May Also Like

0 commenti

NO SPAM PLEASE